IL NOSTRO METODO

Il consumatore non è consapevole del fatto che il vino può contenere molti altri“ ingredienti”. Sulle etichette dei vini è OBBLIGATORIO comunicare solo la presenza di solfiti. L’attuale disciplinare per il vino biologico, approvato in sede europea, permette l’aggiunta di moltissimi ingredienti. Le produzioni in convenzionale molti di più. In molti casi la normativa per il vino biologico, con le restrizioni ridicole che ha, invece che essere garanzia di prodotti più genuini non fa altro che farli sembrare “meno chimici”. Fermo restando che crediamo nel “Bio” e lo usiamo come sistema di trattamento sui vigneti atti alla produzione di vini naturali, in cantina se un produttore volesse scrivere sulle sue etichette vino senza solfiti gli basterebbe sostituire l’anidride solforosa con ingredienti e pratiche enologiche forse anche meno salutari ma per i quali non esiste nessun obbligo di indicazione in etichetta. Questo anche se che lavorasse in “convenzionale”.

Vi consigliamo quindi di informarVi sul metodo di lavorazione che le aziende effettuano in cantina e sui vigneti e sugli additivi che le stese aziende utilizzano. Le regole base con cui produciamo i nostri vini prevedono:

- Produzioni di uve che escludono l’utilizzo di sostanze chimiche di sintesi sui vigneti ed esclusioni di erbicidi o pesticidi nella vigna.
- Lavoro manuale sulle viti, solo una mano esperta produce qualità, non la meccanizzazione.
- Vendemmia manuale, selezione delle uve e raccolta in cassetta al fine di tutelare i grappoli.
- Utilizzazione esclusiva di lieviti indigeni presenti sull’uva ed in cantina nelle fermentazioni.
- Fermentazione senza controllo della temperatura. Non sono concesse azioni meccaniche, di concentrazione, di solfitazione e filtrazione dei mosti
- In nessun caso è permesso l’utilizzo di proteine che siano di origine animale o vegetale nelle azioni di chiarifica o in altri casi. Non sono mai permessi prodotti di sintesi.
- In nessun caso è permesso l’utilizzo di azioni di refrigerazione o termocondizionamento.

Nello specifico:

- Nei Vini e negli Spumanti Senza Solfiti Aggiunti è vietato l’utilizzo di solfiti e di qualsiasi altro conservante e stabilizzante.
- Il contenuto di Solfiti si attesta generalmente sotto i 10mg x litro e sono dovuti solamente alla presenza dei lieviti indigeni che in fermentazione producono questi minuscoli quantitativi.
- Negli Spumanti Senza Solfiti Aggiunti la seconda fermentazione avviene in bottiglia presso la nostra azienda e non eseguiamo sboccatura.
- Nei Vini Archivio è vietato l’utilizzo di qualsiasi allergene proteico o qualsiasi stabilizzante o conservante. Il contenuto di Solfiti è ridotto ed è dovuto principalmente all’azione di sterilizzazione della barriques. Vini idonei ad un lungo invecchiamento.
- Nei Vini Autoctoni è vietato l’utilizzo di qualsiasi proteina animale o vegetale. Il contenuto di solfiti è moderato poiché la solfitazione è limitata principalmente alla fase dell’imbottigliamento ed all’eventuale sterilizzazione dei vasi vinari.

Il nostro fine ultimo è quello di imbottigliare un prodotto “unico” che rispecchi il territorio, che sia “influenzato” dall’andamento climatico stagionale e dalle scelte dell’uomo recuperando il miglior equilibrio tra l’azione dell’uomo e la natura. Per ulteriori info contattateci.

ETICHETTE

LEGGERLE ATTENTAMENTE

BIOLOGICO O NATURALE

LE DIFFERENZE NON SONO POCHE

CHILOMETRO ZERO

FILIERA DEL GUSTO

IL CICLO NATURALE

LA NATURA E L'UOMO

Cantine Capecci - P.IVA 00417130440 | Privacy

© Credits

Seguici: